Bonus Bici: Altri 70 milioni per gli incentivi

Lo avevamo preannunciato ieri, successivamente il Ministro per L’ambiente Sergio Costa ha precisato anche l’entità delle somme Spero si riescano a recuperare altre risorse

Durante il Question Time, il Ministro Costa ha manifestato la propria soddisfazione per aver recuperato altre risorse, allo scopo di ampliare la platea dei beneficiari :”Gli italiani stanno facendo le file davanti ai rivenditori di biciclette per acquistarle e questo mi dà, come Ministro, grande soddisfazione[…] Il senatore Comincini, giustamente, ha detto che si pone un problema di risorse. Noi abbiamo stanziato 120 milioni di euro. Quelli provenienti dalle aste verdi non potevano essere finalizzati ad altro, pur sapendo che ci sono tante difficoltà in Italia. Ho recuperato – lo dico in modo pedestre – ulteriori 70 milioni da aggiungere ai 120 già stanziati. Chiedo al Parlamento – e mi fa piacere che lei mi abbia sollecitato con questa interrogazione – di aiutarmi ulteriormente in questo senso, perché oltre a questi 70 milioni non ne ho altri. Le misura sta incontrando molto favore ed è giusto immaginare una mobilità sostenibile, quindi se il Parlamento, nella riformulazione della conversione in legge del decreto-legge rilancio, ci aiuterà in questo senso potremo fare ancora di più da questo punto di vista”.

Abbiamo incaricato la Sogei, – ha proseguito il Ministro – che è una società del MEF, di declinare il bonus per il cittadino che acquista. Ci hanno assicurato che con un sistema virtuale di cosiddetta anticamera informatica (non sono un esperto di informatica) non ci sarà il problema del click day”. Si è anche parlato di viabilità sostenibile, ed il ministro ha assicurato la volontà del Governo di spingere in questa direzione :“Abbiamo anche stanziato risorse aggiuntive su altri percorsi: poco più di 300 milioni di euro per le piste ciclabili nei Comuni e per le ciclovie; quindi, per poter strutturare un sistema diverso. Aggiungo, e termino, anche l’iniziativa, con il ministro De Micheli, della modifica del Codice della strada, che ci consente anche maggiore sicurezza sulla strada senza andare in competizione tra chi usa la bici, qualunque sia il modello, un Segway o altro rispetto all’automobilista. Chiaramente, non si va contro nessuno, ma è un modo diverso di concepire il rapporto con le proprie città”.

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: