Nuoto Agonistico: I Protagonisti – Esordienti A femminile

Alla scoperta di Laura Russo del Cus Palermo

La scorsa settimana abbiamo conosciuto e intervistato i due protagonisti, maschile e femminile, del settore agonistico dei più giovani Esordienti B, classe 2009-2010 e 2010-2011, mentre ora, salendo alle classi 2008-2009 femminile conosciamo la più medagliata tra le Esordienti A, Laura Russo del Cus Palermo.

Laura, già protagonista due anni prima tra gli Esordienti B con quattro vittorie su quattro gare, sotto la bandiera della Pol. Nadir Palermo e la guida di Pippo Schiavo, quest’anno si è ripetuta vincendo la tripletta 100-200-400 stile libero, rispettivamente con 1’03″59-2’18″57-4’51″04, abbastanza vicina ai record regionali sulla distanza, ed i 200 misti con 2’37″29.

Passata da due anni sotto le sapienti mani di Claudio Lo Coco al Cus Palermo, ha quindi confermato e migliorato con un secondo posto nei 100 dorso e nelle due staffette 4×100 stile e 4×100 mista.

Con l’aiuto e costante supporto di due meravigliosi genitori come Valeria e Dario, abbiamo chiesto a Laura di darci un suo parere su questi suoi primi anni di agonismo al vertice, ed eccoci alle canoniche quattro domande della redazione di Sport Web Sicilia.

Redaz.: ” Ciao Laura e complimenti per il tuo regionale invernale, quattro titoli su cinque sono una bella soddisfazione ai Regionali Invernali, erano dei titoli ricercati o sono capitati e ne hai approfittato?”

Laura: ” Sono stati fortemente voluti invece, anche se speravo di poter migliorare dei record regionali, specie nei 100 e 200 stile libero”.

Redaz.: ” Molti pensano che basta avere del talento e riuscire così facilmente a vincere, invece, quanto conta per te ‘soffrire’ in allenamento?”

Laura: ” Il talento è sicuramente fondamentale per ottenere dei risultati, ma senza il duro lavoro ed il sacrificio insieme a tante rinunce, mie e dei miei genitori, non avrei ottenuto nulla, ormai per me il sano ‘sacrificio’ in allenamento rappresenta la normalità.”

Redaz.: ” A causa della pandemia e conseguente chiusura di tutte le attività, gli allenamenti e le competizioni sono state annullate, ma in caso contrario quali sarebbero stati i tuoi obbiettivi per l’ Estate?”

Laura: ” Sicuramente riconfermare i risultati ottenuti in Inverno ed inoltre cercare di migliorarli visto che a Giugno si sarebbe tenuto il Trofeo delle Regioni dove potevo cogliere l’ opportunità di misurarmi con le migliori pari età delle altre Regioni italiane.”

Redaz.: ” L’ anno prossimo sarai primo anno categoria Ragazze ed è normale pensare ad una tua partecipazione prima ai Criteria Invernali , quindi ai Categoria Estivi, pensi di essere già pronta, con l’aiuto di Società, allenatore e genitori, ad affrontare tale importante palcoscenico?”

Laura: “Certamente ne parlo già adesso sia con il mio allenatore sia con la mia famiglia che da sempre mi sostiene, specie nei momenti di crisi come questo che abbiamo vissuto. E’ già nei miei obbiettivi riuscire intanto conseguire il tempo limite per partecipare e magari, possibilmente, come protagonista visto l’importanza dell’ evento.”

Ed ecco il parere di Claudio Lococo, tecnico del Cus Palermo che la segue da circa due anni.

“Laura fin dai primi allenamenti ha dimostrato subito discrete capacità coordinative e spirito di adattamento ai nuovi lavori, riuscendo a rivoluzionare la sua tecnica natatoria, ma non senza poche difficoltà, vista anche la sua notevole crescita fisica; segno di una forte predisposizione a raggiungere alti obbiettivi e presupposto per poterci regalare altri sogni. La mia responsabilità, trattandosi appunto di un atleta ancora di categoria Esordienti è quella di farla lavorare ad ampio spettro o multilateralità in modo da far emergere il suo talento in modo naturale. La nostra scelta tecnica è ed è stata quindi quella di non avere fretta, pur essendo in grado di seguire un allenamento da categoria superiore, data la sua indubbia prestanza fisica. Quindi un lavoro costante sui cinque stili e costante sviluppo dei suoi punti forti come la coordinazione, la rapidità del gesto e notevole acquaticità, senza privilegiare quindi carichi eccessivi di lavoro. Chiudo sostenendo che non è mai facile la gestione di un atleta, talento o no che sia, ma se si trova il giusto canale di comunicazione e una programmazione equilibrata e crescente, le soddisfazioni alla fine arrivano.”

Ancora grazie a Laura Russo ed al suo Tecnico Claudio Lococo, nonché a Dario e Valeria per la collaborazione e disponibilità.

Nella prossima puntata scopriremo chi tra i maschi Esordienti A, classe 2007-2008 si è maggiormente distinto.

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: