Nuoto Agonistico-I Protagonisti: Gli Esordienti A maschili

Alla scoperta di Dario Taranto della Pol. Nadir Palermo

di Marco Mattia Conti

Dopo aver conosciuto Laura Russo e il suo allenatore Claudio Lococo del Cus Palermo, vincitori di quattro titoli, tocca ora al più medagliato tra i maschi, ma prima di parlare del giovane talento, è giusto fare una correlazione tra i due Campionati Esordienti dove quello B ha visto due siracusani al vertice come atleti più vincenti, ma sarà poi la Mimmo Ferrito di Palermo ad aggiudicarselo nella classifica a squadre, così come tra gli A, vittoria a squadre per la Poseidon Nuoto Catania e al vertice individuale due palermitani di due squadre diverse, una bella varietà non trovate?

Giusto anche dare notorietà a due atleti pure vincenti, come Alessia Guglielmino della Water Sun Comiso, che si aggiudica 100, 200 dorso e 400 misti e Mattia Cipolla della Poseidon Nuoto Catania, con ‘soli‘ due titoli nel carniere, ma di grande valore visto che si tratta di un primo anno, quindi un 2008, che si aggiudica due prove ‘difficili‘ come i 100 e 200 farfalla.

Ma parliamo ora di Dario Taranto, atleta del 2007, cresciuto nel vivaio della Pol. Nadir e come per Laura Russo, sempre sotto l’abile guida del ‘patron’ tra i Tecnici siciliani, quel Pippo Schiavo, classe 1940, grande scopritore di talenti giovanili.

Da quasi un anno la Società Nadir, causa qualche acciacco di Pippo, affida la cura e la crescita tecnica al ‘giovane’ Roberto D’Agati, ex agonista, ora chinesiologo e laureato in Scienze Motorie dal 2018, oltre che ovviamente già allenatore di nuoto.

Roberto così descrive il suo lavoro tecnico sul giovane Dario Taranto: ” Da subito sono state chiare le sue qualità di adattamento alle nuove esercitazioni, nonostante sia un atleta longilineo, cosa che in età di passaggio a quella puberale a volte costituisce un problema adattativo. Questo ne denota una maturità e sensibilità che lo porterà a sicuri miglioramenti visti i notevoli margini davanti a lui. Il mio lavoro in questa fase è quello di fornire molta varietà nelle esercitazioni proposte cercando sempre di esaltare quelli che costituiscono i suoi punti di forza, oltre che a ‘smussare’ quelli a mio parere più deboli; anche per questo motivo lavoriamo molto sul piano psicologico in modo che il ragazzo impari ad affrontare al meglio momenti positivi e soprattutto quelli negativi che inevitabilmente il futuro ci proporrà, ma che lui già affronta con molta maturità, grazie ad una educazione genitoriale di primordine. Inutile dire che allenare talenti come Dario riempie di soddisfazioni e rappresenta la parte più stimolante di un lavoro a volte noioso e apparentemente ripetitivo. Come sappiamo non ci sarà il Trofeo delle Regioni, a cui puntavamo anche per rappresentare al meglio la FIN Sicilia, ma siamo pronti a porre davanti a noi i giusti obiettivi futuri e a prenderci le nostre piccole grandi soddisfazioni.”

Dario Taranto ai recenti Campionati Regionali Invernali Esordienti A si è imposto nei 100 e 200 rana con 1’14″42 e 2’43″04, oltre che nei 200 misti con 2’28″98, anche a lui, con il permesso dei suoi genitori, abbia posto quattro semplici domande:

Redaz.: ” Ben tre titoli su cinque sono una bella soddisfazione ai regionali invernali, erano ricercati o sono capitati e ne hai approfittato?”

Dario: “In queste tre gare mi sono presentato con il miglior tempo, quindi per me l’obiettivo era quello di confermarmi al vertice e prendere l’oro; nei miei sogni era incluso anche il 100 stile libero, ma per pochi centesimi ho preso ‘solo’ un bronzo, pazienza sarà per la prossima volta!”

Redaz.: ” Molti pensano che basta avere talento per riuscire a vincere, invece quanto conta per te ‘soffrire’ in allenamento?”

Dario: ” Per vincere a mio avviso talento e allenamento devono andare a braccetto. Va bene avere delle qualità innate, ma non penso basti per arrivare alla vittoria, invece se fatichi con l’allenamento giusto ottieni i risultati voluti e le tue soddisfazioni”

Redaz.: ” A causa della pandemia del COVID-19 purtroppo tutto si è fermato, altrimenti quali sarebbero stati i tuoi obiettivi per le competizioni estive?”

Dario: “I miei obiettivi, come detto prima, per le competizioni estive, sarebbero stati quelli di riconfermare i titoli vinti e possibilmente aggiungervi anche quello sui 100 stile libero, da questo poi l’esser selezionati per la rappresentativa siciliana al Trofeo delle Regioni il passo era breve”

Redaz.: ” L’anno prossimo sarai primo anno Ragazzi ed è normale pensare ad una partecipazione ai Criteria Invernali e ai Campionati Italiani Estivi, sei pronto ad affrontare il tutto (con l’aiuto della famiglia e dell’allenatore)?”

Dario: ” Si, mi sento pronto per l’avventura che mi potrebbe capitare il prossimo anno, mi piace la competizione pulita e il confronto con gli avversari. Ce la metterò tutta!”

Ringraziano Dario Taranto della Pol. Nadir Palermo, i suoi genitori e il Tecnico Roberto D’Agati per la disponibilità e diamo appuntamento ai lettori alla prossima settimana con altri approfondimenti nel campo della Categoria Ragazzi.

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: