Campionati Italiani di nuoto su base regionale: la 1° giornata risultati e commenti

di Marco Mattia Conti

Nella doppia sede di Palermo e Catania si stanno svolgendo in contemporanea i Campionati Italiani di nuoto su base regionale, manifestazione fortemente voluta dalla FIN per dare modo al movimento di base di ripartire dopo l’emergenza COVID-19 (emergenza che vogliamo sottolineare è ancora viva e attuale).

Ricordiamo che questa gara non assegna un titolo regionale, ne assoluto ne di categoria, ma permette esclusivamente agli atleti di entrare nella classifica nazionale di categoria ed eventualmente di entrare a far parte della ristretta cerchia di atleti che parteciperanno a Roma dal 11 al 13 agosto al Campionato Italiano Assoluto-Trofeo Sette Colli, alle Società invece di entrare nella classifica che assegna contributi in base alla posizione.

I risultati della prima giornata ci consegnano una Sicilia natatoria, come era prevedibile, a macchia di leopardo, con alcune assenze pesanti tecnicamente, molte controprestazioni, ma anche piacevoli conferme e alcune scoperte tecniche nei giovani da valutare per assicurare un futuro al movimento in ambito nazionale e oltre.

Nei 50 metri stile libero tra le donne si conferma la 25enne palermitana Marta Polizzi della Mimmo Ferrito, veterana ma ancora ‘giovane’ come velocista autrice di un 26″85 non lontano dal suo record regionale ormai quasi decennale di 26″50 e dal 26″52 richiesto per Roma, alle sue spalle al momento niente da poter citare, soprattutto tra le giovani; gli uomini hanno offerto due ‘acuti’ dal veterano classe 1998 Giuseppe Longo della Sicilianuoto con 23″62 e dal più giovane classe 2001 Vittorio Valenti della M. Ferrito con 23″68 (tempo utile per Roma 23″33), tra i giovani della categoria Ragazzi segnaliamo Gianluca Messina classe 2005 della Pol. Nadir Palermo con 24″65.

Nei 100 rana femminili la spunta Alessandra Pace dell’ Aquarius Trapani in 1’13″82 (tempo richiesto 1’12″00), mentre tra gli uomini svettano i già qualificati Mario Bossone della M. Ferrito con 1’03″81 e Andrea Savoca della Sicilianuoto con 1’04″18 (1’03″77 il tempo richiesto), tra i giovani il primo anno Ragazzi classe 2006 Salvatore Lanzafame con 1’11″43.

Nei 200 dorso si conferma Giada Marchese della M. Ferrito a 2’25″17 e si fa strada la ‘piccola’ Caterina Amara classe 2007 della Poseidon Swim con 2’27″54 (2’18″16 il limite richiesto per Roma); tra i maschi pur se già qualificato in virtù dei tempi ottenuti in corta, stacca il biglietto per Roma il talentuoso Vincenzo Adamo della Nuoto Chiaramonte con 2’04″59 (2’05″65 il limite richiesto).

Nei 50 farfalla al femminile vince Chiara Calò della Mimmo Ferrito con 28″46 (sarebbe stato 27″99 il tempo per Roma); al maschile conferma i suoi progressi Gianmarco Grifò della Power Team Messina in 25″21 già qualificato per Roma (24″65 il limite).

Nei 400 misti vince tra le donne Agnese Ardu dell’ Idra Catania (ex Altair) con 5’05″50 (serviva 4’56″13 per il Sette Colli), mentre tra i maschi si afferma Daniele Carfì della Nuoto Chiaramonte con 4’41″59 (4’29″34 il limite per Roma) e buon 4’50″37 per il giovane primo anno Ragazzi Riccardo Locicero della Mimmo Ferrito che lo porrebbe ai primissimi posti delle classifiche per l’anno 2006 in Italia.

Nei 50 rana femminili svetta Arianna Fumarola della Nuoto Chiaramonte con 34″06 (serviva 32″77); mentre tra gli uomini spettacolare prova di Andrea Savoca della Sicilianuoto con 28″51 che abbassa il record Juniores-Cadetti-Seniores di Mario Bossone di 28″58 del 2019, stacca il pass per Roma lo stesso Bossone con 28″92,ma entrambi erano già qualificati precedentemente, dato il 28″97 richiesto per Roma.

Nei 200 stile libero femminili continuano i progressi di Sofia Ficili della Pol. Nadir Palermo con 2’06″75 che regola in volata al fotofinish Asia Filippi della Mimmo Ferrito 2’06″81, pur se ancora lontane dal 2’03″17 richiesto per Roma e dal 2’04″54 dello storico record di Renata Caleca risalente al 2002; tra gli uomini ancora in luce la Sicilia Occidentale con la vittoria di Andrea Facciolà del Centro Sportivo Principe in 1’55″26 su Domenico Faso della M. Ferrito in 1’55″66 (ma serviva 1’52″31 per l’accesso al Sette Colli).

Nei 100 farfalla si aggiudica la prova Chiara Calò della M. Ferrito Palermo in 1’04″18 su Asya tempera della Sicilianuoto in 1’04″82 (ci sarebbe voluto 1’02″19); mentre tra i maschi la spunta Gianmarco Grifò della Power Team con 56″32, su Alessandro Buscaino della M. Ferrito 56″42 e Gianfranco Perna del Sun Club Siracusa con 56″52 (54″97 il limite per Roma).

Infine negli 800 stile libero femminili svetta Ileana Pardo del Aquarius Trapani in 9’33″50 sulla giovanissima 2007 dell’ Idra Shannon Buckley 9’39″74 (8’48″34 il tempo per Roma).

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: