Pillole di parkrun #9 – Il Camminatore di Coda

di Giorgio Cambiano

Vi avevamo promesso di indagare di più su alcune figure di volontario parkrun, ed eccoci oggi a parlare di una delle più importanti e fondamentali: Il Camminatore di Coda.

Nel giugno 2017 parkrun ha modificato il nome di uno dei ruoli di volontario, da “Corridore di Coda” (Tail Runner) a “Camminatore di Coda” (Tail Walker).Con il diffondersi di parkrun in tutto il mondo, e tra tutte le categorie di corridori/camminatori, è sorta la necessità, infatti, di accompagnare fino all’arrivo anche i partecipanti meno veloci, per far sì che nessuno potesse farsi dissuadere dal partecipare a parkrun per il timore di arrivare per ultimo, di sentirsi escluso o apparire ridicolo. Queste sono le vere paure per molte persone che prendono parte a un evento sportivo, soprattutto per la prima volta.

Ad ogni evento parkrun, invece, in qualsiasi parte del mondo, è il volontario Camminatore di Coda che è sempre l’ultimo a terminare.Questo tipo di attenzione verso i partecipanti meno “prestazionali” c’è stata sin dall’inizio, sin dall’ottobre 2004, quando alla prima “Bushy Park Time Trial”, come veniva allora chiamato parkrun, ci furono 13 partecipanti e venne dato un premio all’ultimo arrivato.L’inclusione e una incentivazione alla partecipazione, piuttosto che alla velocità, sono state incorporate fin dall’inizio nei principi di parkrun. Ancora oggi, non è previsto un tempo limite a parkrun.Le persone possono camminare, fare jogging o correre alla velocità che desiderano, in sicurezza, nella consapevolezza che saranno tutte benvenute, apprezzate e applaudite.Non dovette passare molto tempo, dopo che i parkrun cominciarono a diffondersi in tutto il Regno Unito, affinché il ruolo di Corridore di Coda, come era precedentemente nominato, fosse incluso nella lista dei volontari.I Camminatori di Coda sono stati resi obbligatori negli eventi junior parkrun dal 2013 e da gennaio 2017 l’obbligo è stato esteso anche a tutti gli eventi 5k nel Regno Unito.

Il cambiamento del nome del ruolo da Corridore di Coda a Camminatore di Coda è stato solo puramente semantico, visto che già erano in molti a camminare. Ma il cambiamento nel titolo è stato di vitale importanza nel riaffermare e ribadire il messaggio che tutti sono i benvenuti a parkrun, compresi quelli che partecipano ai nostri eventi camminando.Oggi il ruolo di Camminatore di Coda è obbligatorio in oltre 2000 eventi in tutto il mondo, un simbolo importante dell’impegno di parkrun nell’accogliere, sostenere e rispettare tutti, indipendentemente da come decidono di partecipare.Alcuni eventi hanno scelto di avere più di un Camminatore di Coda, e spesso c’è un’atmosfera di festa nel gruppo.

Dal 2017, più di 100.000 persone straordinarie hanno indossato l’inconfondibile gilet rosso ad alta visibilità e si sono offerte volontarie in questo ruolo estremamente importante.Le persone camminano per una serie di motivi: per motivi di salute, per poter ammirare il parco ed il panorama dal percorso a un ritmo più piacevole, per parlare e chiacchierare, per incoraggiare gli altri o perché potrebbero essere ai loro primi passi verso un più attivo stile di vita.Indipendentemente dai vari validi motivi per camminare, ognuno ha un suo spazio a parkrun – un luogo dove è possibile completare alcuni o tutti gli eventi con il proprio stile e nei propri ritmi e dove il Camminatore di Coda si trova sempre dietro di te.

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: