Il 2006 maschi nel nuoto: generazione di fenomeni?

di Marco Mattia Conti

Qualcosa di ‘strano’ sta accadendo nel nuoto nazionale, ed in parte in quello regionale con l’uscita di talenti che ad appena 14 anni, già riescono a stupire gli addetti ai lavori tramite record strabilianti e prestazioni degne di un crescente interesse anche a livello mondiale tra le nazioni natatorie più evolute.

E’ notizia di questi giorni delle mirabolanti prestazioni tecniche del nuovo talento italiano, quel Lorenzo Galossi della Società Tiro a Volo di Roma, la stessa del famoso farfallista Federico Burdisso, che ha spazzato via ben tre record italiani R14 nei 100 stile libero con 52″76, nei 200 con 1’53″68 e nei 400 metri stile libero in 3’57″24 (quest’ultimo con un miglioramento di quasi 5 secondi sul precedente); ieri ha risposto dal Sud Davide Passofaro con un mirabolante 52″42 nei 100 metri stile libero frutto di un passaggio a 25″34 e ritorno in 27″08, sollevando però qualche dubbio in quanto lo stesso aveva il giorno prima chiuso i 50 metri, con gara secca, in 25″46! Ma alcuni filmati messi a disposizione da fincalabria testimoniano di un tempo di molto inferiore seppur non ufficializzabile per via di un problema di cronometraggio. Niente di strano se si pensa che comunque in vasca corta il forte giovane velocista della Calabria Swim Race era accreditato di 24″21 e 52″94 ottenuti a dicembre 2019 e gennaio 2020 rispettivamente.

Come risponde la Sicilia ci chiederemo, ebbene gli addetti ai lavori conoscono bene la crescita esponenziale di due forti giovani talenti come Giuseppe Angilieri della Water Sun Comiso e Riccardo Locicero della Pol. Mimmo Ferrito di Palermo.

Il primo è un forte velocista a stile libero, ma eccelle anche nel dorso e nella farfalla. Gli ultimi riscontri ottenuti al Campionato Italiano su base regionale lo hanno visto autore di 25″26 nei 50 stile libero, di 54″55 nei 100 metri stile libero e di 59″99 nei 100 metri farfalla, tempi di assoluto rispetto nazionale che lo pongono su un podio virtuale o subito d’appresso; il secondo, in una foto della passata stagione, ha stupito per rendimento nei 200 e 400 misti con tempi che lo collocano al vertice assoluto della categoria nazionale in 2’14″66 e 4’50″37, senza dimenticare il 4’15″28 nei 400 metri stile libero.

Non dimenticherei inoltre un promettente ranista, arrivato alla corte di Angelo Savoca per la Sicilia Nuoto, sempre del 2006 ovviamente, Salvatore Lanzafame che con i suoi riscontri nei 100 e 200 rana, 1’11″43 e 2’33″43 sarebbe stato sicuramente in odore di podio sia in inverno ai Criteria sia in estate agli eventuali Campionati Italiani di Categoria, che ricordiamo si stanno svolgendo solo su base regionale.

Cosa ci si aspetta da questi forti atleti? Niente, solo di crescere e continuare a farlo divertendosi e divertendoci con le loro prestazioni natatorie.

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: