A tu per tu con i talenti siciliani nel nuoto: Riccardo Locicero

di Marco Mattia Conti

Iniziamo una serie di incontri/interviste sui nuovi talenti siciliani nel nuoto, che più di ogni altro si sono distinti in campo nazionale ed internazionale per i risultati ottenuti, ma soprattutto, per la grande proiezione che rappresentano, volti ad una lenta ma costante rifondazione del movimento natatorio siciliano.

Iniziamo cercando di conoscere Riccardo Locicero, 14enne nato nel 2006 a Serradifalco (CL), tesserato per la Pol. Mimmo Ferrito di Palermo ed allenato da Paolo Filorizzo nella Piscina Eidos di Canicattì. Il forte atleta si è distinto con gli ultimi risultati ottenuti ai recenti Campionati Italiani su base regionale disputati a Palermo a fine luglio che gli ha permesso di laurearsi Campione Italiano nei 200 e 400 misti, oltre che bronzo nei 400 stile libero.

I tempi ottenuti sono stati di 2’14″66 nei 200 misti, 4’50″37 nei 400 misti e di 4’15″28 nei 400 stile libero; abbiamo posto con l’autorizzazione dei genitori quattro semplici domande, eccole:

  1. Ciao Riccardo e complimenti per i tuoi ultimi risultati, due ori e un bronzo ai Campionati Italiani su base regionale, qual’è adesso il tuo stato d’animo? (risposta) “Ciao e grazie per i complimenti, come noi tutti sappiamo questi campionati sono stati molto strani non potendo avere un confronto diretto con i miei avversari, cosi che dopo il duecento e quattrocento misti non sapevamo quanto lontano potessimo arrivare. Una volta appreso che mi ero laureato Campione d’ Italia per i primo anno Ragazzi mi sono sentito entusiasta e subito posto nuovi obiettivi per il futuro“.
  2. In Sicilia abbiamo potuto fare ‘solo’ tre gare invece delle quattro fatte dagli altri Comitati, ma se avessi potuto quale avresti scelto come quarta insieme al tuo allenatore e perchè? (risposta): ” Avrei disputato quasi sicuramente i 200 dorso, gara che ho iniziato a disputare solo da quest’anno ma che mi ha già dato molte soddisfazioni cronometriche”.
  3. Al momento sembra che i misti siano la tua strada per eccellere in campo nazionale, questo ti permette di essere competitivo un po in tutto, quale quindi dei quattro stili ti piace più nuotare e portare alle gare? (risposta): ” Lo stile che mi più mi piace allenare e portare alle gare è, come dicevo prima, sicuramente il dorso, anche se in allenamento per semplicità del gesto e automatismo nuoto molto stile libero”.
  4. Ora parlaci del tuo futuro, immaginando che vorrai restare ai vertici delle classifiche cosa stai progettando nelle prime posizioni nazionali? (risposta) ” Di sicuro l’approccio con il quale ho affrontato gli allenamenti non cambierà, anzi conto di migliorarlo per cercare di andare sempre più forte”.

Abbiamo posto anche alcune domande al suo allenatore Paolo Filorizzo eccone un sunto come fosse un discorso unico: ” Mi sento davvero orgoglioso dei risultati raggiunti con Riccardo, la scoperta di talenti valorizza il lavoro e la programmazione pluriennale svolta, cosa che si riversa su tutto il gruppo e non solo su Riccardo, che già nelle categorie Esordienti mostrava grandi capacità. L’ esperienza maturata negli anni mi ha aiutato ad accompagnare lui e gli altri della squadra verso una crescita graduale rispettando le fasi naturali di crescita fisiologica e con lo sguardo sempre verso il futuro. Certo il COVID19 ha portato tutti gli atleti a star fermi per quasi tre mesi e non sappiamo cosa ci riserva il futuro, visto che l’epidemia non è ancora debellata, ma noi abbiamo lavorato molto sulla ‘testa’, cercando di far leva sulle motivazioni intrinseche di ogni ragazzo e su Riccardo ha sortito un buon effetto visto i risultati. Per il futuro di Riccardo in particolare stiamo creando le basi per una sua crescita continua, senza troppe pressioni, accompagnandolo in questo percorso di crescita rispettando le tappe prefissate. Io personalmente sono convinto che ci regalerà ancora tante soddisfazioni, lavorando come dicevo prima sulle motivazioni, sulla tecnica e con grande serenità, in modo da formare non solo un grande atleta, ma anche una grande persona per la vita futura”.

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: