Il recupero attivo nel ciclismo

di Ninni Stella

Nel ciclismo come in tutte le discipline sportive di endurance, sottoponiamo il fisico a costanti stress fisici (gli allenamenti) i quali servono per “rompere” l’equilibrio del nostro organismo, portando a un decremento della performance per poi, attraverso il recupero, ritornare a un livello di resa psico-fisica superiore al livello di partenza. Il recupero può essere completo (ad esempio nella fase di transizione tra una stagione agonistica all’altra) oppure più breve (ad esempio tra due competizioni importanti ravvicinate). In quest’ultimo caso il riposo assoluto sarebbe più nocivo che altro, perché il nostro organismo è allenato ed è abituato a ricevere continui input (allenamenti, ripetute etc) e se dall’oggi al domani lo priviamo di questi stimoli rischia di andare in “tilt”. Tutte le cellule (e quindi anche quelle muscolari, del tessuto cardiaco etc) hanno una memoria e per questo dobbiamo ridurre il carico allenante piuttosto che interromperlo per giorni.Quando parliamo di recupero attivo ci riferiamo alla classica “sgamabata” a ritmo lungo-lento ma può essere inteso anche come uno o più giorni di attività fisica aerobica giù dalla bici. In ogni caso per effettuare un buon recupero attivo dobbiamo andare a variare i seguenti parametri:durata della seduta: per il ciclismo, generalmente non oltre i 90′;intensità media della seduta : fondo lento-lungo, potenza media normalizzata ridotta;volume di lavoro ridotto: questo vale se ci prendiamo una settimana di recupero attivo, il volume (ore di attività) deve essere ridotto almeno del 30%.Il recupero attivo inoltre, essendo un’attività aerobica a bassa intensità, è uno strumento formidabile perché oltre a permettere all’organismo di “tirare il fiato”, permette un recupero più veloce a livello muscolare dato che viene stimolata la capillarizzazione e quindi migliorata la circolazione venosa in generale, facilitando l’eliminazione delle scorie accumulate con gli allenamenti ad alta intensità

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: