Agli Assoluti Paralimpici vince la transgender Petrillo

La velocista ipovedente T12 trionfa nei 100 ai campionati italiani paralimpici di Jesolo, alla prima gara nella categoria femminile. Domani gareggerà anche nei 200 e nei 400

La velocista Valentina Petrillo, prima atleta italiana transgender che gareggia per l’Omero Bergamo, ha vinto la sua prima prova agonistica tra le donne ipovedenti T12 ai campionati italiani in corso di svolgimento a Jesolo correndo i 100 in 13″24.

Valentina (che fino al 2o18 si chiamava Fabrizio) nella sua carriera paralimpica ha vinto 11 titoli italiani nella categoria maschile, prima di intraprendere la terapia ormonale che le ha permesso di gareggiare ora tra le donne. Oggi i suoi parametri ematici di testosterone sono nei limiti richiesti (10 nanomoli) dalle linee guida del Cio del 2015. La sua storia sarà raccontata nel documentario “5 nanonoli – Il sogno olimpico di una donna trans”. La Petrillo, classe 1973, domani gareggerà nei 200 e nei 400, sempre allo Stadio Armando Picchi di Jesolo, impianto nel quale partecipò alla sua ultima competizione maschile nel 2018.

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: