Sicurezza Stradale, incontro con la Fondazione Michele Scarponi

Al termine della tappa di ieri sul versante dell’Etna si è svolto, a Linguaglossa, l’incontro con Marco Scarponi, il fratello del Campione scomparso nel 2017 investito da un furgone mentre si stava allenando in preparazione del Giro d’Italia.

Un momento di grande commozione quello che si è vissuto all’interno dell’Aula Consiliare del Comune di Linguaglossa, alla presenza, oltre che di Marco Scarponi, del Sindaco Salvatore Puglisi, dell’ex Campione del Mondo Maurzio Fondriest, Gilberto Simoni e Stello, papà di Rosario Costa, il giovane ciclista messinese tesserato con il Team Nibali morto nel 2016, ad appena 14 anni, anche lui investito in allenamento. A promuovere l’incontro il Parco Ciclistico dell’Etna, rappresentato da Claudio Maria Fusto.

Moderatore dell’evento è stato Paolo Alberati che ha più volte attenzionato i presenti sull’importanza della segnaletica dedicata alla presenza dei ciclisti sulle strade” tutti i giorni, per chi si allena in bici, ci si scontra con la poca attenzione da parte degli automobilisti che, spesso distratti anche dall’utilizzo del telefonino mentre sono alla guida, non si accorgono della nostra presenza. Il provvedimento di legge che indica la distanza minima di un metro e mezzo è stata un’importante conquista, perchè impone una distanza di sicurezza, rispetto a chi sta pedalando, che prescinde dalla posizione che il ciclista occupa sulla carreggiata.” Il ricordo di Michele Scarponi nelle parole del fratello Marco, che con la Fondazione Michele Scarponi crea e finanzia progetti che hanno come fine l’educazione al corretto comportamento stradale. “Essere presenti qui sull’Etna – spiega Marco – mi riporta ad un ricordo in particolare di Michele, che proprio qui dimostrò tutta la sua grandezza di atleta ma soprattutto di uomo. Perdere una persona cara a causa di un incidente stradale è un qualcosa che ti segna per tutta la vita. Sappiamo benissimo che queste cose possono accadere, ma mai ti aspetti di doverle vivere in prima persona e quando questo succede, come nel caso di Michele, la nostra vita cambia per sempre.

Altrettanto commovente la testimonianza di Stello Costa, papà di Rosario, che proprio su queste strade spesso lo accompagnava durante gli allenamenti. “E’ difficile – racconta – vivere con questo dramma. La quotidianeità a volte ci distrae, ma sono soltanto attimi, perchè la presenza di Rosario è costante nella vita della nostra famiglia. La perdita di un figlio in circostanze come quelle che conosciamo e delle quali stiamo parlando, rappresenta un dolore che accompagnerà chi l’ha subìto, per tutta la vita. Proprio domenica, a Villafranca Tirrena, si è disputato il “4° Memorial “Rosario Costa” organizzato dal Team Nibali, squadra dove militava il giovane ciclista.

A chiusura dell’incontro l’intervento di Claudio Maria Fusto, ideatore, assieme ad Alberati, del Parco Cilcistico del’Etna, che ha raccontato come tutto ha avuto inizio e dell’importanza che riveste oggi il parco, sia in termini turistici che come spazio dedicato agli appassionati della bici. ” Tutto è nato da una mia idea, ma soprattutto dalla passione che da sempre mi lega a questo sport. Con l’aiuto di Paolo siamo riusciti a definire e poi concretizzare quello che era un mio sogno. Negli ultimi anni siamo riusciti anche a porre i cartelli che indicano la presenza di ciclisti in allenamento. Per chi, come me, vive tutti i giorni queste strade, porre l’attenzione degli automibilisti sulla presenza dei tanti appassionati che le percorrono in bici diventa di vitale importanza.

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: