Francobollo in onore dell’oro di Mennea a Mosca

A 40 anni dalla medaglia d’oro conquistata a Mosca nel 1980, Pietro Mennea viene ricordato con un francobollo valido per la posta ordinaria. Viene infatti emesso oggi dal ministero dello Sviluppo Economico un francobollo appartenente alla serie tematica ‘lo Sport’ dedicato all’atleta nato a Barletta nel 1952 e scomparso nel 2013, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10 euro. Lo comunica Poste Italiane, aggiungendo che la tiratura è di 400mila esemplari (foglio da 45 francobolli), stampati dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente, mentre il bozzetto è a cura di Fabio Abbati.
‘Vignetta’ con esultanza di Mennea a Mosca
La vignetta raffigura Pietro Mennea nel momento d’esultanza al termine della gara dei 200 metri alle Olimpiadi di Mosca del 1980, in cui conquistò una storica medaglia d’oro, riprodotta in basso con la fascia che idealmente avvolge il grande campione italiano. Completano il francobollo le legende: ‘Pietro Mennea‘, ‘1952 -2013’, ‘XXII Olimpiade’, ‘200 metri’ e ’40 anniversario medaglia d’oro’, la scritta ‘Italia’ e l’indicazione tariffaria ‘B’. L’annullo primo giorno di emissione sarà disponibile presso lo sportello filatelico dell’ufficio postale di Barletta. Il francobollo e i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi saranno disponibili negli Uffici Postali con sportello filatelico, gli ‘Spazio Filatelia’ di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it. Per l’occasione è stata realizzata anche una cartella filatelica in formato A4 a tre ante, contenente una quartina di francobolli, un francobollo singolo, una cartolina annullata ed affrancata e una busta primo giorno di emissione, al costo di 15 euro.
Quattro lauree e una Fondazione onlus col suo nome
La strada che ‘la freccia del Sud’ ha percorso per arrivare era lastricata dei valori che lo sport gli aveva insegnato: il rispetto delle regole, il rispetto degli avversari e comportarsi sempre secondo principi di giustizia ”perché vince il più bravo e non il più furbo”. Questo modo di interpretare la vita lo ha portato a conseguire quattro lauree (scienze politiche, giurisprudenza, scienze dell’educazione motoria, lettere e filosofia), ad essere avvocato, dottore commercialista, giornalista pubblicista, docente universitario, parlamentare europeo e a scrivere una ventina di libri. Inoltre nel 2006, ritenendo che un campione dello sport abbia una responsabilità sociale verso gli altri, soprattutto i più giovani, perché spesso preso come esempio, ha costituito la Fondazione Pietro Mennea Onlus, per cercare di diffondere i valori che lo sport insegna e, con i fondi raccolti, cercare di aiutare i bimbi malati ed in difficoltà

Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: