Catania Bike School e Dreams on Mountainbike, qualità ed esperienza al servizio dei più giovani

Nato dalla partnership tra le ASD Catania Bike School e Dreams on Mountainbike, il progetto di Paolo Carrasi (Maestro Federale Cat. G1/G6) e Gino Monreale (Maestro Promozione Giovanile), si pone come obiettivo quello di avviare i più giovani alla pratica del ciclismo, nello specifico la MTB.

Situato nella Zona Industriale del Comune di Catania, a pochi chilometri dall’Oasi del Simeto, Carrasi ha realizzato, all’interno di un’area privata di 11.000 mq, un vero e proprio parco che riprende tutte le caratteristiche che caratterizzano un percorso agonistico di MTB. Dalle salite ripide ad altrettante discese con pendenze a doppia cifra, single track, dossi e tratti sconnessi, per abituare i più piccoli alle difficoltà delle gare di MTB. A loro si affianca anche Giacomo Gravina, Maestro Cat. Esordienti, Giovanissimi.

Partiti con 5 bambini, oggi, a poco più di due anni di distanza, la scuola conta 30 inscritti di tutte le fasce di età e di entrambi i sessi. “La nostra scuola non mira solo alle competizioni – ci dice Paolo Carrasima soprattutto a creare un sodalizio tra compagni di squadra che vestono la stessa maglia. Da noi imparano ad aiutarsi a vicenda ed a collaborare per un fine unico; certo abbiamo già ragazzini pronti per gareggiare, e nonostante una stagione come questa scarsa di eventieventi sportivi poiché ostacolata dalla pandemia, alla prima ed unica occasione che abbiamo avuto il nostri ragazzi hanno conquistato 7 podi tra le varie categorie.

Quello che facciamo in questa fase – spiega il Maestro Gino Monreale – è valutare il giusto posizionamento in bici e correggere eventuali errori. Spieghiamo loro le basi della bicicletta, che vanno dalla gestione dell’ostacolo alla scelta del momento giusto per utilizzare le cambiate. Già molti di loro sono pronti per affrontare una gara .

Con loro anche Nino Federico, titolare del punto vendita Trek “Le due ruote” di Santa Venerina, che oltre a fornire parecchie delle bici che vengono utilizzate, garantisce anche tutta l’assistenza tecnica necessaria.

La scuola è andata avanti e continua ad essere fruibile anche in questo periodo di limitazioni dovute al Coronavirus, in quanto in linea con quanto previsto ed imposto dai protocolli contenuti nei vari DPCM e dalle Linee guida della Federazione Ciclistica Italiana. “Sin da subito abbiamo applicato quanto previsto dalle Line Guida – continua Carrasi – e non abbiamo avuto nessun problema di tipo sanitario. Tutti gli ingressi vengono preventivamente registrati attraverso un’applicazione e viene misurata la temperatura a tutti coloro che entrano all’interno del Bike Park, dai bambini ai genitori.



Pubblicato da Redazione

Giornale regionale amatoriale sullo sport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: